Richiesta contributi affitti onerosi

Richiesta contributi affitti onerosi

Ufficio: U.O. Politiche sociali e abitative
Referente: Anna Glielmi
Responsabile: D.ssa Alessandra Pini
Indirizzo: Piazza Dante 2
Tel: 05584966210
Fax: 0558456782
E-mail: sociale@comune.borgo-san-lorenzo.fi.it
Orario di apertura: Martedì e Giovedì 8.30-12.30 - Giovedì pomeriggio anche 14.00-18.30

Descrizione

E' un contributo per aiutare le famiglie a basso reddito, con affitti che incidono pesantemente sul reddito, a pagare il canone di locazione

Modalità di richiesta

La presentazione delle domande è possibile solo nel periodo di apertura del bando, che per l'anno 2017 è il seguente: dal 24 maggio al 24 giugno. Le domande devono essere compilate sui moduli scaricabili in fondo alla pagina o distribuiti presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico nell’orario di ufficio (dal lunedì al sabato  8.30-12.30 - giovedì pomeriggio 14.00-18.30).

Il bando ha validità annuale: pertanto la domanda va ripresentata tutti gli anni.

Requisiti del richiedente

Per l’ammissione al bando è necessario il possesso dei seguenti requisiti:

1. essere residente nel Comune di BORGO SAN LORENZO; i cittadini stranieri extracomunitari devono essere residenti in Italia da almento 10 anni (o da almeno 5 in Toscana);

2.  non essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione nel territorio italiano e all'estero così come previsto dalla lettera d) della tabella A allegata alla legge regionale 20 dicembre 1996 n.96 e successive modifiche e integrazioni; 

3. assenza di titolarità da parte dei componenti il nucleo familiare di beni mobili registrati il cui valore complessivo sia superiore ad euro 25.000.00, ad eccezione dei casi in cui tale valore risulti superiore al suddetto limite per l’accertata necessità di utilizzo di tali beni per lo svolgimento della propri attività lavorativa così come previsto dalla lettera e) della tabella A allegata alla legge regionale 20 dicembre 1996 n.96, così come modificata dalla L.R. n. 41 del 31/03/2015;

4. essere conduttore di un alloggio di proprietà privata o pubblica, con esclusione degli alloggi inseriti nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, con contratto di locazione per abitazione principale, corrispondente alla residenza anagrafica del richiedente, regolarmente registrato ed in regola con le registrazioni annuali, il cui canone incida come sotto indicato:

- FASCIA A):  soggetti che presentino attestazione ISEE, riferita al nucleo familiare,  con valore ISE uguale o inferiore all’importo di due pensioni minime INPS (€ 13.062,14) e, rispetto allo stesso, l’incidenza del canone di locazione non sia inferiore al  14%;

- FASCIA B): soggetti che presentino attestazione ISEE, riferita al nucleo familiare,  con valore ISE compreso fra l’importo di due pensioni minime INPS (€ 13.062,14) e l’importo di € 28.216,37. Valore ISEE non superiore a € 16.000,00, limite stabilito dalla Regione per l’accesso agli alloggi di edilizia residenziale pubblica determinato con D.G.R. 628/2009. Incidenza del canone sul valore ISE non inferiore al 24%.

4. non essere titolari di altri benefici pubblici erogati da qualunque ente, a titolo di sostegno alloggiativo

I requisiti devono essere posseduti alla data di pubblicazione del presente bando e al momento dell'erogazione del contributo.

Documentazione da presentare

Documenti da allegare alla domanda:

  • copia contratto di locazione (per coloro che presentano domanda per la prima volta, o per i contratti modificati)
  • registrazione annuale contratto (2015) o cedolare secca;
  • attestazione ISEE 2015 oppure DSU
  • per gli invalidi: certificato della competente ASL comprovante la condizione di invalidità.
  • per gli studenti universitari : autocertificazione del reddito imponibile dichiarato ai fini del calcolo delle tasse universitarie;
  • autocertificazione per i cittadini extracomunitari che attesti la residenza nel territorio nazionale da almeno 10 anni (o 5 anni in Toscana)
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio sulle fonti di sostentamento della famiglia, in caso di reddito zero o comunque inferiore all'importo dell'affitto annuale

 

Iter procedura

Il Comune, procede all’adozione della graduatoria sulla base dell'incidenza del canone di affitto sul valore ISE (per fascia A e fascia B).  La graduatoria è approvata dalla Commissione Comunale di cui all’art. 8, L.R.T. n. 96/96 e ss.mm ed è depositata per la consultazione presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico. La decisione della Commissione viene comunicata ai richiedenti, i quali potranno presentare nei successivi 15 giorni eventuali controdeduzioni, dopo l’esame da parte della Commissione il Dirigente provvederà ad approvare il verbale redatto dalla Commissione citata e ad emettere provvedimento finale di concessione.

La graduatoria approvata ha validità annuale ed i relativi contributi vengono erogati ad integrazione del pagamento dei canoni di locazione relativi al periodo 1° gennaio 2015 – 31 dicembre 2015.

Modalità di fruizione

Il Comune provvederà alla liquidazione del contributo dopo il trasferimento delle risorse da parte della Regione e su presentazione delle ricevute di pagamento del canone.

LE COPIE DELLE RICEVUTE DI PAGAMENTO DEL CANONE (RELATIVE ALL'INTERO ANNO 2015) DOVRANNO ESSERE PRESENTATE TASSATIVAMENTE ALL’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO ENTRO IL 31 GENNAIO 2016

LA MANCATA PRESENTAZIONE DELLE RICEVUTE NEI TERMINI PREVISTI SARÀ CAUSA DI MANCATA EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO.

Il contributo sarà erogato nei limiti delle risorse disponibili e con percentuali diverse dal 100% eventualmente dovuto. In caso di morosità del conduttore il contributo può essere erogato al locatore interessato a sanatoria della morosità medesima a condizione che il locatore interrompa la procedura di sfratto. In caso di decesso del richiedente il contributo potrà essere liquidato agli eredi che ne facciano espressa richiesta entro trenta giorni dalla data del decesso; gli eredi dovranno essere in possesso di idonea certificazione che attesti il loro stato e delle ricevute di pagamento del canone fino alla data del decesso del richiedente.  

Avvertenze

Ai sensi dell’art. 11 del D.P.R. 403/98 e dell’art. 6, comma 3, del D.P.C.M. n. 221/1999 spetta all’Amministrazione Comunale procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive. Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione sostitutiva, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, come previsto ai sensi dell’art.75 D.P.R. n.445/2000.
L’Amministrazione Comunale agirà per il recupero delle somme indebitamente percepite, gravate di interessi legali.
Gli elenchi degli aventi diritto al contributo affitti onerosi sono inviati alla Guardia di Finanza competente per territorio per i controlli previsti dalle leggi vigenti.

Normativa di riferimento

Legge 431/1998 - L.R.T. 96/1996 - D.P.C.M. 159/2013 -  L.R. 41/2005.

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *